“I MURI abbattuti, diventano PONTI” A.Devis

Smilit’arti // 2 OTTOBRE // Giardino Megalitico di San Sperate

Posted: Settembre 28th, 2016 | Author: | Filed under: General, Iniziative, Militarizatzione | No Comments »

14449966_1713845615607372_2045878201116404905_n

Giornata antimilitarista
– dalle 10:00

. creazione di alcuni murales con gli artisti : Pastorello, Pattusi e Kikki Skipi, Sergio Fronteddu. In collaborazione con ‘NOARTE’

. per tutta la mattina esposizione / degustazione di prodotti locali e di stagione con Genuino Clandestino Sardegna – esposizioni artigianali e artistiche;

– alle 13:30
. pranzo sociale

musica “autogestita” (porta uno strumento e suonalo se vuoi)

– alle 17:30
. IL TEATRINO DI CARTA DI MONIA con lo spettaccolo dal titolo: “Sa cancioffa no cumbenidi mancu a da segai”

– alle 18:00
. ASSEMBLEA APERTA / incontro ANTIMILITARISTA e presentazione CAMPEGGIO 6/10 OTTOBRE, moderato da Pietro Rigosi.

Sempre alle 18:00
. ESIBIZIONE E LABORATORIO DI CLOWN E GIOCOLERIA PER BIMBI CON SILVIA

– alle 20:00
. cena di autofinanziamento con menù a base dei prodotti della rete Genuino Clandestino Sardegna.

A seguire musica dal vivo con :

i MAGIC CARPET e gli ELECTRIC VODOO LAB

Con meno plastica vivremo in un mondo migliore, porta bicchiere, piatto e posate da casa, la natura ti ringrazia


BOMBARD’ARTI \\ Sabato 24 settembre

Posted: Settembre 19th, 2016 | Author: | Filed under: General, Iniziative, Militarizatzione, Spazio Sociale | No Comments »

1216266_n

BOMBARD’ARTI
La giornata si svolgerà nel campetto abbandonato di Carbonazzi,occupato temporaneamente per lo svolgimento della manifestazione.
La scelta di non chiedere permessi o autorizzazioni nasce dall’intento di voler comunicare in maniera decisa il rifiuto di dialogo burocratico con le istituzioni,la riappropriazione collettiva degli spazi e delle piazze,la voglia di riportare per le strade le tematiche a noi care e la passione per la lotta che da troppi anni è assente.
Tutto questo lo comunicheremo con i mezzi della cultura,dell’arte nelle sue varie forme,del consumo critico,della controinformazione e della cionfra.
Chiediamo ai Turritani e non di partecipare numerosi;la giornata non ha ne padri ne padrini e non è legata a nessun partito politico o a membri delle istituzioni,ma creata dalla collaborazione e dallo sforzo comune in maniera orizzontale ed assembleare con pratiche di autogestione.
Sabato 24 settembre,campetto di Carbonazzi (fianco skatepark)
Durante la giornata :
Bombe coloriche con Sardomuto,Pastorello,Elena Muresu,Blasco,Bk Crew,Dp&Tiak ed altri..
H18:00 Assemblea :
-Resoconto su AForasCamp2016
-Presentazione campeggio No Basi (06-10 ottobre)
https://nobasi.noblogs.org/
H20:30 Barraca & Dj set
Cena preparata dal Collettivo Antispecista Gaia
2 allegati

CAMPEGGIO ANTIMILITARISTA – SUD SARDEGNA 6 – 10 OTTOBRE 2016

Posted: Settembre 7th, 2016 | Author: | Filed under: General, Iniziative, Militarizatzione | No Comments »

manifesto-giallo-ocra

 

La Rete No Basi né Qui né Altrove propone anche quest’anno cinque giorni di mobilitazione e campeggio, in concomitanza con l’inizio del secondo semestre di esercitazioni militari, per rafforzare i percorsi di lotta contro il militarismo e la militarizzazione dei territori della Sardegna e non solo. In questo momento l’asse Base Aerea di Decimomannu – Poligono di Capo Frasca può diventare, se già non è così, l’anello più debole della presenza militare in Sardegna. La crisi innescata dall’annunciata dipartita dell’aeronautica tedesca al termine del 2016 potrebbe mettere in forte dubbio l’esistenza stessa dell’aeroporto militare e, conseguentemente, del poligono di Capo Frasca. Per questi motivi vogliamo creare un clima sempre più ostile contro i militari, affinché possibili nuovi affittuari (in sostituzione dei tedeschi) rivedano i loro propositi e gli italiani stessi vadano sempre più in crisi. Seguendo quello che per la Rete è stato un tratto distintivo inamovibile, il campeggio non vuole essere una mera iniziativa d’opinione: in quei giorni vorremmo che si alternassero momenti di lotta, socialità, analisi, dibattito, approfondimento, presenza sul territorio e tanto altro. Ci preme avere dei momenti di confronto, in cui si possa ragionare di prospettive ed esperienze e fare un bilancio di come le lotte si sono sviluppate, modificate e allargate. Vorremmo discutere delle ramificazioni dell’apparato bellico e di come colpirle. La nostra attività degli ultimi tempi si è soffermata in particolare: sulle complicità tra civile e militare nel campo della logistica e della ricerca universitaria, sull’opposizione alla RWM Italia spa, fabbrica di bombe a Domusnovas, e in generale sul trovare delle soluzioni efficaci nel creare un territorio inospitale alla macchina bellica. Quest’anno, a differenza del campeggio tenutosi a Cagliari lo scorso anno, abbiamo deciso di spostare l’attenzione nei pressi dei territori dove si svolgono maggiormente le esercitazioni militari, per approfondire la conoscenza di quei luoghi e rafforzare i rapporti e le relazioni tra le persone. Il campeggio sarà autofinanziato e autogestito. Come al solito non saranno presenti istituzioni e partiti, chi facesse parte di queste componenti potrà partecipare al campeggio e alle iniziative a titolo individuale, come tra l’altro faranno tutti coloro che vi vorranno contribuire.