“I MURI abbattuti, diventano PONTI” A.Devis

SPAZIO SOCIALE DEL COLLETTIVO S’IDEALIBERA

logoPERCHE’: il progetto di creare un nuovo spazio sociale a Sassari nasce dall’esigenza di dare una sede fisica ai progetti portati avanti dal nostro collettivo e soprattutto di creare un punto di riferimento sul territorio per tutte quelle realtà a noi affini che desiderano portare avanti progetti di azione politica.

Ma quale politica? Non daremo certo spazio agli avvoltoi di professione, a chi ha fatto della politica uno strumento di arricchimento personale o di scambio di favori; non ci interessa dialogare con le Istituzioni che negli anni hanno distrutto il tessuto sociale, economico e ambientale, ma con la nostra collettività.
Crediamo nella necessità di portare avanti progetti di azione diretta in cui siano le persone a essere protagoniste delle loro scelte e delle pratiche da mettere in atto, non solo per difendere i diritti calpestati, ma anche e soprattutto per riappropriarci del nostro territorio.
Lo spazio sociale non è punto di arrivo. E’ solo un punto di partenza per incontrarci, organizzarci, scambiarci saperi e apprenderne di nuovi e portare avanti attività politiche diffuse nella nostra città e non solo.

ALCUNE DELLE COSE CHE FACCIAMO:

– La Biblioteca dell’evasione mette a disposizione dei detenuti libri e opuscoli; questi vengono dati gratuitamente al familiare o spediti al detenuto senza la necessità di essere restituiti; basterà che la persona che lo richieda lo faccia girare tra gli altri compagni di carcere in modo che si crei una “biblioteca collettiva” che passi di mano in mano.

– L’Archivio e la distribuzione editoriale: è possibile acquistare e prendere in prestito testi e opuscoli inerenti soprattutto le lotte sociali, i movimenti politici e le pratiche di azione diretta. Il prestito ha durata mensile e può essere rinnovato.

– La Cassa Antirepressione Sarda sostiene economicamente i detenuti in lotta contro le carceri. Svolge attività di informazione sulla realtà carceraria e ha come obiettivo quello di sostenere le lotte contro il carcere e di creare un filo diretto tra dentro e fuori le mura.

– Attività di contro informazione: iniziative, presentazioni, a tanto altro per far conoscere le contraddizioni della società in cui viviamo ma anche le tante lotte che nel mondo e nel corso della storia vincono o hanno vinto. L’obiettivo è farsì che la conoscenza sia base per una pratica attiva di cambiamento.

ALCUNE DELLE COSE CHE FAREMO:

– Sportello di assistenza per familiari dei detenuti: un piccolo sportello di assistenza che offrirà supporto ai familiari per compilare richieste o documenti; vorremmo poi, coinvolgendo avvocati disponibili, rendere lo sportello un servizio di assistenza legale gratuita per familiari e detenuti. L’obiettivo non è l’assistenzialismo ma la solidarietà attiva ai detenuti con la speranza di costruire insieme percorsi di lotta contro le strutture repressive.

– Attività di azione politica nei quartieri e nel territorio: vogliamo coinvolgere attraverso attività diverse e condivise la nostra comunità. Un’attenzione particolare sarà data alla questione degli immobili sfitti, alla presenza militare in città e in Sardegna, alla distruzione del tessuto socio -economico.

– Laboratori di auto produzione e di mestieri: saranno attivati laboratori sull’autoproduzione contro il consumismo e la riappropriazione del saper fare.

Questo è solo l’inizio, il resto lo costruiremo con chi vuole lottare contro i puzzinosi che distruggono la nostra terra e per una società più libera e comunitaria.

Apertura: tutti i giovedì dalle 18.00 alle 20.00.
Se vuoi venire un altro giorno, contattaci!

Info
Via Casaggia 12, Sassari
evaliber2@inventati.org
http://sidealibera.noblogs.org/