“I MURI abbattuti, diventano PONTI” A.Devis

ROVESCIARE L’EDUCAZIONE // 9-10 SETTEMBRE 2017

Posted: agosto 12th, 2017 | Author: | Filed under: General, Iniziative, Spazio Sociale | No Comments »
9-10 SETTEMBRE 2017
ROVESCIARE L’EDUCAZIONE
Riflessioni ed esperienze sull’educazione libertaria
 
E’ possibile pensare una scuola in cui bambini e bambine, ragazzi e ragazze abbiano il diritto di decidere come, quando, che cosa e con chi imparare? Una scuola in cui abbiano il diritto di condividere le scelte che riguardano la propria scuola, in modo paritario?
L’educazione libertaria e le scuole che ad essa si ispirano cercano di disegnare un modello educativo diverso, in cui i bambini e le bambine, insieme ai loro accompagnatori/trici, diventano parte attiva del loro percorso educativo.
In questa due giorni cercheremo di capire la prospettiva dell’educazione libertaria e conoscere nel vivo come funziona una scuola libertaria a partire dall’esperienza de I Prataioli di Pavullo.
SABATO 9 SETTEMBRE H. 16.00 
L’educazione libertaria. Come ripensare un modello educativo
Francesco Codello, insegnante, dirigente scolastico, fondatore della REL
DOMENICA 10 SETTEMBRE H. 10.00-18.00
La libertà è un cammino che si costruisce insieme. Racconti di un’esperienza di educazione libertaria autogestita dell’appennino modenese. 
Claudio Orrù, Viola Bertoni, accompagnatori della scuola libertaria “I prataioli”
DOVE: Parco Lu Cantaru, SP 18 Sassari-Argentiera, km 24+300
MANGIARE E DORMIRE: sarà possibile mangiare per la cena del Sabato e il pranzo di Domenica. Inoltre, per chi desiderasse rimanere a dormire la notte del Sabato sono a disposizione alcuni posti tenda e possibilità di parcheggio per camper.
INFO: Per chi desidera partecipare, troverà nel Programma allegato tutti i dettagli.
Vi invitiamo a condividere con amici e amiche il materiale informativo (locandina e programma).
Vi aspettiamo!
 


OGNUNO COME MEGLIO CREDE

Posted: agosto 12th, 2017 | Author: | Filed under: General, Militarizatzione | No Comments »

riceviamo e diffondiamo:

 

Da diverso tempo la consapevolezza antimilitarista e non solo, ha preso consistenza nei fatti, in tutto il territorio sardo. Momenti di rottura e attacco si sono prodotti e incuneati nell’ingranaggio guerrafondaio, con risultati alterni ma comunque incoraggianti. Pratiche diverse, di massa o individuali, si sono intrecciate per un percorso unico col fine comune di porre freno, e in prospettiva fine, al dominio in divisa, alla sua logica e alla sua arroganza. Scritte sui muri, danneggiamenti vari, reti un tempo invalicabili divelte con rabbia, sbirri e servi vari affrontati con determinazione. NON BASTA.

La macchina da guerra continua il suo percorso, lo fa quotidianamente, architettando ed esportando l’imperialismo ed il colonialismo ovunque, in nome del profitto, sfruttando uccidendo e distruggendo popoli e territori, dalla Sardegna al capo opposto del mondo. Militari, Rwm, Vitrociset ingrossano i loro profitti ogni giorno.

Che fare? Tutto il possibile con ogni mezzo necessario. Attaccare le strutture in divisa e quelle a loro affini e complici non è impensabile, non è impossibile, non è impraticabile. Gli ultimi tre anni di lotte lo dimostrano  e dimostrano che si può e si deve andare avanti, si deve andare oltre, nei propri territori, paesi, città e nei propri quartieri. Sfruttiamo la vastità dei territori dei nostri nemici, troppo difficili da controllare. Imprevedibili, silenziosi, capillari e precisi, ognuno con i suoi mezzi, ognuno con le sue idee.

–          13 Gennaio: Sant’Antioco. Bloccato convoglio di mezzi militari.

–          27 Gennaio: S.S.130 si ribalta un mezzo dell’esercito.

–          Marzo: Disturbata lezione del responsabile del Dass (Cagliari)

–          Marzo: Cagliari, imbrattata la sede della Tirrenia, complice dei trasporti di bombe e militari.

–          Aprile: Cala Mosca, tagliati diversi metri di rete militare.

–          Giugno: Senorbì, bruciata un’officina che ripara i mezzi di esercito e polizia(numerosi i mezzi distrutti)

–          Giugno: Cagliari, danneggiato mezzo Vitrociset.

–          Giugno: Decimomannu, incendio all’interno dell’aereoporto militare.

–          Luglio: Cagliari, interrotto seminario marina militare all’università.

–          Agosto: Danneggiato mezzo Vitrociset.

–          Ottobre: Sassari, interrotto seminario dei militari all’università.

–          23 Novembre: Capofrasca, scontri con la polizia e taglio di reti nel poligono.

–          Dicembre: Capofrasca, tagliati decine di metri di reti militari.

–          Dicembre: azioni antimilitariste a Teulada e Domusnovas.

–          Aprile: Teulada, tagliati decine di metri di reti militari.

–          Maggio: Danneggiato mezzo Vitrociset.

–          Maggio : scritte e azioni durante il passaggio del giro d’italia.

 

“ Cando si tenet su bentu, est prezisu bentulare”


SOLIDARIETA’ CON GLI ARRESTATI DEL 3 AGOSTO

Posted: agosto 5th, 2017 | Author: | Filed under: General | No Comments »

SICURI SOLO DI UNA COSA: DA CHE PARTE STARE

La mattina del 3 agosto a Firenze sono stati arrestati otto compagni e compagne con l’accusa di aver piazzato, il primo gennaio, l’ordigno alla libreria “Il Bargello” di Casapound a Firenze e per le molotov lanciate contro una stazione dei carabinieri ad Aprile.

Oggi come allora, davanti a un’azione contro Casapound, realtà fascista, razzista e xenofoba, protagonista di decine e decine di pestaggi contro migranti, studenti alle manifestazioni, protagonista di azioni squadriste contro centri sociali e militanti, protagonista di una politica votata al becero populismo, ma che di fatto nasconde gli stessi interessi clientelari e di servizio al potere…

Oggi come allora, davanti a un’azione contro una caserma dei carabinieri, espressione di questo sistema marcio e guerrafondaio, complici di uno stato che impoverisce, sfrutta e crea tensioni sociali, che si rende protagonista delle tante morti per mano della “giustizia”…

Oggi come allora, sappiamo da che parte stare: dalla parte di chi lotta contro questo sistema.

Solidarietà con gli arrestati e le arrestate! Libertà per tutte e tutti!


Posted: luglio 29th, 2017 | Author: | Filed under: General, Iniziative, Prigioni e dintorni | No Comments »

Scritte apparse sui muri di Sassari in solidarietà con il prigioniero Davide Delogu


Posted: luglio 29th, 2017 | Author: | Filed under: General | No Comments »

video di solidarietà con i prigionieri turchi Nuriyeh e Semih in sciopero della fame dal 141 giorni