NESSUNA PACE PER CHI VIVE DI GUERRA

Posted: Gennaio 21st, 2020 | Author: | Filed under: General | No Comments »

Il 28 Gennaio alTribunale di Cagliari saranno giudicati non solo le nostre compagne ecompagni, ma soprattutto delle idee e pratiche ben precise.
Sono l’antimilitarismo e l’azione diretta ad essere chiamate a giudizio, perchè sono questeidee e pratiche che lo Stato vuole sradicare dalla nostra terra e da ogni individuo che decida di ribellarsi all’inerzia e alla complicitàa cui questa società ci abitua giorno dopo giorno. La lotta di questi ultimi anni aveva espresso la sua idea più profonda in poche e semplici parole:”Nessuna pace per chi vive di guerra”. Nessuna pace, dunque, per le fabbriche di armamenti, per gli eserciti, per leaziende della filiera bellica dall’università alle ditte impiegateper trasportare bombe. Lo Stato etichetta tutto ciò con la parola“terrorismo”, da usarsi a seconda dei casi verso un “nemico”esterno o interno. Il terrore così inteso genera paura perchèrivolto verso un tutti in cui chiunque può riconoscersi. Eppure le azioni messe sotto accusa (dalle manifestazioni alle scritte, dai blocchi delle esercitazioni alle azioni di disturbo) hanno tutte un destinatario ben preciso, nessun terrore incondizionato ma ben rivolto ai signori della guerra e al loro Capitale.
La nostra solidarietà vaa queste pratiche e alle mani che hanno tentato di portare anche soloper un attimo un po’ di quella paura a chi esercita per davvero il terrore sulla terra e le sue genti.

28 GENNAIO H 9.00
PRESIDIO CONTRO LA SORVEGLIANZA SPECIALE
davanti il Tribunale di Cagliari.
“Tagliarono i nostri rami e bruciarono i nostri tronchi, ma mai riuscirono a sradicare le nostre radici”.

Solidali dal Turritano



Leave a Reply

  •